riso guerrini

L’azienda Riso Guerrini

Condividi sui social
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Oggi parliamo dell’azienda Riso Guerrini. Situata a Salussola (Biella), è condotta dai quattro fratelli Sandro, Roberto, Ivano e Luca Guerrini. È un’azienda dove i legami e le tradizioni familiari sono l’elemento più importante. Infatti è stata fondata nei primi anni ’50 proprio dal nonno degli attuali proprietari, il signor Giuseppe Guerrini. È rimasta a lungo un’azienda agricola tradizionale fino a quando, con l’ingresso dell’ultima generazione dei quattro fratelli, avvenuta nel 1997, si è dato il via alla trasformazione e all’opera di modernizzazione.

fratelli guerrini

Dopo più di 20 anni, nonostante l’azienda possa ora dirsi di medie dimensioni, la mission è rimasta sempre la stessa: la soddisfazione del cliente. Ora l’azienda Riso Guerrini produce, trasforma e vende direttamente il proprio riso, coltivato con tanta passione.

Le proprietà del loro riso

riso guerrini

Veniamo ora al punto cruciale: cosa rende tanto speciale questo riso? Se lo chiedete all’azienda, la risposta sarà immediata. A contraddistinguere il loro riso è sicuramente la zona in cui viene prodotto, ossia in Baraggia, ai piedi delle Prealpi biellesi. Infatti, essendo così vicino alla sorgente, l’acqua che irriga e sommerge le risaie incontra il loro territorio come primo step. I terreni vengono quindi ossigenati con dell’acqua microbiologicamente pura, che ha percorso solo pochi chilometri.

Inoltre, scendendo giù dai ghiacciai e dai monti, l’acqua non ha avuto il tempo di scaldarsi completamente e arriva alle risaie ancora fredda. La combinazione di queste caratteristiche dell’acqua di Baraggia fanno sì che si produca meno riso rispetto ad altre zone di aperta pianura padana, ma con una qualità superiore, tanto da far meritare alla zona la Denominazione di Origine Protetta (DOP), il marchio di qualità che a livello europeo è il massimo per un prodotto agricolo.

La semina avviene in aprile-maggio, e si produce un solo raccolto all’anno, in settembre-ottobre. Il risultato di questo duro lavoro sono cinque tipologie di riso: Carnaroli, Arborio, Baldo e Sant’Andrea, oltre al riso Venere e i suoi fratelli aromatici. Potete anche andare a trovare l’azienda per toccare con mano la qualità e la genuinità dei prodotti. Dal lato pratico, il riso Guerrini tiene di più la cottura e ha una minore collosità, rendendolo l’ideale per risotti perfetti. 

Condividi sui social
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *