benefici asparagi

Tutto quello che dovete sapere sugli asparagi: coltivazione, varietà e benefici

Condividi sui social
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Nell’articolo di oggi vi spiegheremo tutto quello che dovete sapere sugli asparagi: da dove provengono, come si coltivano, le varietà e i loro benefici.
Gli asparagi sono ortaggi sotterranei che si trovano nel periodo tra marzo e giugno. Vantano origini molto remote e hanno bisogno di un terreno idoneo alla coltivazione. Si distinguono in diverse varietà a seconda del colore della punta e apportano molteplici benefici all’organismo. 

Da dove provengono gli asparagi

Le origini degli asparagi sono antichissime. Provenienti dall’Asia dell’est, abbiamo testimonianza del loro uso già con gli Egizi prima e successivamente anche presso i Greci e i Romani. Attualmente, l’Italia è uno dei principali paesi europei produttori di asparagi, insieme a Germania e Francia.

Come si coltivano gli asparagi

Gli asparagi sono dei germogli commestibili, chiamati turioni, della lunghezza di circa 20 cm. Necessitano di un terreno particolare adatto alla coltivazione, molto drenante, e vengono raccolti appena la punta fuoriesce dal terreno. La coltivazione inizia col caldo, solitamente a giugno, e vengono raccolti solo dopo due o tre anni. Inoltre, la coltivazione di alcune tipologie di asparagi, come quelli bianchi, può avvenire anche in serra.

Varietà di asparago verde, bianco, rosa e viola

Bisogna fare una distinzione iniziale tra due tipologie di asparagi: da una parte abbiamo l’asparago coltivato, o Asparagus officinalis della famiglia delle Liliaceae, dall’altra abbiamo gli asparagi selvatici, volgarmente chiamati asparagina.
Ne esistono diverse varietà, che si distinguono in base al colore della punta. Abbiamo gli asparagi verdi, bianchi, rosa e viola, e per ognuno di essi si possono elencare alcune tipologie molto famose. Riportiamo di seguito quelle più note.

Per quanto riguarda gli asparagi verdi, sono da menzionare:

  • l’asparago IGP di Altedo, dal sapore deciso
  • quello IGP di Badoere, dal sapore dolce;
  • l’asparago Montine, dal sapore amaro.


Tra le varietà bianche ricordiamo:

  • quello di Bassano, DOP dal 2007, caratterizzato dal gusto dolciastro
  • di Rivoli Veronese
  • quello IGP di Cimadolmo, dal sapore delicato e dolciastro


Invece, tra le varianti rosa, molto buoni sono i seguenti: 

  • l’asparago di Mezzago, dal gambo bianco, che presenta un sapore delicato
  • quello di Nogaredo al Torre, protetto dall’Arca del Gusto Slow Food per la sua storicità nel territorio


Infine, le due varietà viola più famose sono:

  • l’asparago di Albenga, Presidio Slow Food
  • quello di Cilavegna

Benefici degli asparagi

Questi ortaggi, grazie ai loro componenti nutrizionali, apportano notevoli benefici al nostro organismo. Innanzitutto sono ricchi di vitamina A, C ed E, di fibre e di sali minerali. In particolare, tra questi ultimi è bene ricordare il cromo, una sostanza che aiuta l’insulina a trasportare il glucosio. Per questo gli asparagi risultano importanti per regolare la presenza di zuccheri nel sangue e per prevenire il diabete.

Un altro sale minerale utile al nostro organismo è il potassio, che permette il buon funzionamento del cuore, e in generale di tutti i muscoli, e regola la pressione.

Inoltre, gli asparagi contengono il glutatione, una sostanza dalle proprietà depurative utile nella prevenzione del cancro, soprattutto quello al seno, al colon, alle ossa e ai polmoni.

Un altro importante componente tipico degli asparagi è la cosiddetta asparagina, un amminoacido dalle capacità diuretiche che aiuta l’organismo a espellere le sostanze nocive.

Infine, sono da menzionare altri benefici degli asparagi. Grazie alle fibre e all’inulina hanno effetti benefici sull’apparato digerente e sulla nostra digestione, mentre per il loro contenuto di antiossidanti e di acido folico sono utili contro l’invecchiamento e contro il declino cognitivo del nostro cervello.

Oltre a essere salutari, gli asparagi sono anche buoni e si possono usare in molte ricette. L’importante è comprare sempre prodotti stagionali e da agricolture biologiche. Ora che siete a conoscenza di tutto ciò che c’è da sapere sugli asparagi, non vi resta che mangiarli. Se non sapete dove reperirli, vi suggeriamo una selezione dei nostri migliori produttori:

Condividi sui social
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *